Indiana Jones e il regno del teschio di cristallo

Lunedì sono andato al cinema a vedere il nuovo film di Indy. Erano più di dieci anni che attendevo il quarto film della serie, ovvero da quando ancora si vociferava che sarebbe stato la trasposizione cinematografica di Indiana Jones and the Fate of Atlantis. Francamente, tanta attesa non è stata granché ripagata.

In effetti, sebbene non sia certo un brutto film, risulta piuttosto anonimo. Mentre il precedente Indiana Jones e l’ultima crociata era indubbiamente il migliore della saga (raro caso di una franchise la cui qualità aumenta nel corso degli episodi), risultando leggibile da molti punti di vista (vuoi l’originalità, vuoi l’azione, vuoi la spiritualità, vuoi il rapporto padre-figlio, ecc.), questo ne sembra una brutta copia. Cambia l’oggetto centrale della vicenda (il Santo Graal lascia spazio a un teschio di cristallo), cambiano i cattivi (i Tedeschi lasciano spazio – guardacaso – ai Russi) e cambiano i comprimari (il padre di Indy viene rimpiazzato da suo figlio), ma i momenti del film sono grossomodo gli stessi: l’antefatto, l’inseguimento iniziale, la ricerca dell’oggetto, la riunione dei famigliari, l’inseguimento finale, l’arrivo a destinazione, la morte del cattivo che brama troppo. I sentimenti e le vicende, in compenso, sono decisamente più piatti e prevedibili.

Mi si obietterà, forse, che questo susseguirsi degli eventi caratterizza tutti i film della saga, o forse addirittura qualunque film d’azione, ma non è solo questo il problema. Il film soffre anche di “hollywoodismo”, cosa che è poco in linea con il personaggio. Ad esempio, la vicenda della bomba atomica, oltre ad essere paurosamente surreale, è completamente inutile ai fini della trama, e poteva tranquillamente essere risparmiata. Altrettanto vale per le allegre combriccole di scoiattoli e roditori in generale che compaiono ogni tanto. Non parliamo poi della scena in cui il giovanotto salta di liana in liana alla Tarzan… Semplicemente ridicola, come la battaglia con un piede su una jeep e l’altro sull’anfibio… E menomale che Lucas e Spielberg insistono col dire che la gran parte del film è stata girata con stuntmen, e non costruita al computer!

Trovo fastidiosi anche quegli elementi appena accennati, che sembrano buttati lì solo per “riempire” il film. Ad esempio, chi è la tribù che assale il gruppo poco prima che questo arrivi a destinazione? O perché le formiche giganti si fermano dinanzi al teschio? Altri temi che avrebbero meritato un po’ di espansione, invece, restano non trattati: il padre di Indy, non aveva bevuto dal Santo Graal, e non avrebbe quindi dovuto essere immortale? Mah.

Ho apprezzato molto, in compenso, l’idea di usare come protagonista l’Indiana Jones invecchiato, piuttosto che far finta che per lui il tempo non sia passato, e le varie autocitazioni dei capitoli precedenti (mitica la scena delle sabbie mobili!), anche se sono tipicamente sintomo di “poco da dire”.

In realtà, forse sono io troppo prevenuto, o forse l’enorme attesa ha innalzato troppo le mie aspettative. Ribadisco che non si tratta di un brutto film, ma aggiunge poco o niente alla saga di Indy. Se non avete visto i precedenti, consiglio di rimediare quanto prima a tale grave mancanza (troverete sicuramente il cofanetto dei primi 3 film a poco prezzo), senza giudicare erroneamente la saga nel suo complesso, che è decisamente notevole e forse una delle migliori mai realizzate.

Clean… The cleanest I’ve been

Poco fa stavo facendo un po’ di pulizia su un server che amministro. Una delle cose che volevo fare era “zippare” tutti i log dei backup relativi al 2007 e cancellarli, in modo da avere una directory con una quantità di file umanamente gestibile. Per questo lancio:

linuxsrv backup # tar cjvf log2007.tar.bz2 *2007*

Il comando impiega il suo tempo, e mi crea il buon file log2007.tar.bz2, contenente tutti i log del suddetto anno. A questo punto posso anche rimuovere i file individuali dei log, quindi lancio:

linuxsrv backup # rm *2007*

Geniale, eh? Spero che i log del 2007 non mi servano mai…

We feed machines and then we pray

Ahhh, le gioie della machine translation! Sono per caso capitato su questa pagina, e certe cose hanno assolutamente suscitato la mia ilarità! Ne riporto un po’, per quando la pagina non sarà più accessibile. L’argomento sono i trucchi (“cheats”, che il sito traduce con “frodi”, parola che state per leggere molte volte nel presente post) per alcuni videogiochi. Prima di tutto i titoli delle sezioni della pagina:

  • Codici della frode
  • La maggior parte delle frodi popolari
  • Superare le guide del gioco
  • Ultime frodi

Quindi, partiamo con l’elenco dei giochi disponibili:

  • Grande automobile di furto: Frodi di San Andreas
  • Grande automobile di furto: Frodi di storia della città di libertà
  • Frodi verde smeraldo di Pokemon
  • I più vecchi rotoli IV: Frodi di Oblivion
  • Scontro eccellente Bros. Frodi del Melee (GASCROMATOGRAFIA) [Probabilmente la cosa tra parantesi era un banale "GC", ad indicare che il gioco è per Gamecube... Ma evidentemente sto coso si prende anche la libertà di espandere gli acronimi...]
  • Naruto: Ultime frodi di Ninja
  • Nuovo Mario eccellente Bros. Frodi
  • Dio delle frodi di guerra
  • Sfera Z del drago: Frodi di Tenkaichi
  • Frodi vermiglie di Pokemon
  • Frodi sotterranee del NFS 2
  • Frodi animali dell’incrocio (GASCROMATOGRAFIA) [Ci risiamo! Ma si può fare di peggio, vedremo più avanti...]
  • Kombat mortale: Frodi di inganno
  • Esigenza di velocità: Frodi desiderate
  • Frodi di periodo radioattivo 2
  • La stella fa la guerra frodi di Battlefront II
  • Zelda: Le frodi di Waker del vento (GASCROMATOGRAFIA)
  • Frodi finali di fantasia X
  • BN Mega 6 dell’uomo: Frodi di Gregar
  • Randello 3 di mezzanotte: Frodi del DUB
  • Gli eroi potrebbero & frodi magiche di V
  • Frodi di gioco del calcio 07 di NCAA
  • GTA: Frodi vice della città
  • Frodi del cacciatore PSP del Monster
  • Frodi residenti di malvagità 4 (GASCROMATOGRAFIA)
  • Frodi di carta del Mario (GASCROMATOGRAFIA)
  • Frodi di guerre della stella di Lego
  • Frodi del solido 3 dell’ingranaggio del metallo
  • Frodi di ricerca VIII del drago
  • Zelda: Ocarina delle frodi di tempo
  • Mondo delle frodi di Warcraft
  • Frodi del necessario delle cellule della scheggia [Oddio, questo mi sfugge proprio cosa potesse essere in origine!]
  • Hitman: Guida del gioco dei soldi di anima
  • Il signore degli anelli, la battaglia per la guida del gioco della Centrale-terra II
  • Frodi della strega della pallottola
  • I films: Frodi di prodezze
  • Non iridare atelier: Grandi frodi di Fantasm
  • Frodi di sbalzi del rullo
  • Candeggiante: Riscaldare le frodi di anima 3 [Cos'è, un detersivo?]
  • Frodi portatili della via di Itadaki
  • Paws & frodi del controllare dell’animale domestico degli artigli
  • Frodi del corridore di distacco
  • Chiamata di Cthulhu: Frodi scure
  • Facce delle frodi di guerra
  • JA 2: Frodi non finite di affari
  • PotC: Frodi della cassa dell’uomo guasto
  • Frodi matrici dell’ombra
  • Frodi totali del Alexander di guerra de Roma [Figo, evidentemente il traduttore si adatta anche al dialetto Romano!]
  • SCHIAFFO 4: Frodi di Stetchkov
  • RPG 3 di Naruto: Reijuu contro le frodi di Konoha Shoutai
  • Frodi di volume 1 dell’accumulazione di Hudson
  • X-Uomini: Le frodi ufficiali del gioco
  • MERLUZZO 2: Frodi grandi di colore rosso uno [Cos'è, un codice Pantone?]
  • H2O: Orme nelle frodi di S [Chi sarebbe S? Il vendicatore di Elle?]
  • Automobili: Il radiatore balza frodi
  • Frodi di sviluppo GT
  • Chiamata delle frodi di Cthulhu

So che sono molti, ma, se riuscite, leggeteli tutti, perché fanno spakkare uno più dell’altro! Alcuni non sono nemmeno troppo sbagliati, ma in Italiano suonano veramente male! Tuttavia, secondo me il vincitore assoluto rimane il seguente:

  • Incrocio animale: Frodi selvaggie del mondo

Ma cosa propone il sito per i vari giochi? Semplice, tra le altre cose: codici della frode, uova di Pasqua e impulsi errati!

Io continuo a chiedermi perché ci si ostini così tanto a investire in questa branca dell’informatica, e soprattutto perché si continuino a mettere online nuovi traduttori, uno meglio funzionante dell’altro…

Lest we use Windows

Torno a scrivere per un rapido post tecnico: stamattina dovevo recarmi, con l’allegra SukkoFamigliola, in quel di Torino, al fine di visionare un appartemento papabile per il SukkoTrasferimento. Partiamo, quindi, col fido PDA alla mano, per utilizzarlo come navigatore, al fine di orientarsi in una zona di Torino in cui non eravamo mai stati prima.

In prossimità dell’arrivo accendo il PDA e avvio il TomTom, per scoprire che, ancora una volta, Windows Mobile ha deciso di cancellare completamente il contenuto della SD inserita, col risultato che ci ritroviamo senza mappe, e allo sbando più totale. È la seconda volta che succede (l’altra volta ero disperso per Asti…)! E una terza volta ha pensato bene di corrompere il file dei “preferiti”…

Quanto scritto sopra è solo il prologo della vicenda (non mi pare molto tecnico :D), che ho voluto scrivere per evidenziare, ancora una volta, quanto Windows sia un bel sistema operativo, in tutte le sue forme. Per chi fosse curioso di sapere come ce la siamo cavata, ci siamo orientati usando la versione Java di Google Maps sul mio fido V3xx, sfruttando la promozione Mobile Internet di Vodafone per avere accesso Internet a prezzi umani, attivandola sul momento.

Arriviamo, dunque, al vero argomento di questo post: questa sera ho riformattato la SD e mi sono pazientemente messo a ricaricarvi sopra tutto il necessario, tra cui le mappe e gli ultimi aggiornamenti dei famigerati punti di interesse (per gli amici PDI o POI) disponibili sul sito poigps.com, ovviamente al fine di essere avvisato in tempo della presenza di Autovelox e compagnia bella. Solitamente, per fare ciò, basta copiare alcuni file .ov2, scaricabili dal sito, nella cartella della mappe, ma ora il sito distribuisce i file in un diverso formato (CSV), per polemizzare contro chi distribuisce tali file su altri siti, attribuendosene il merito. Tralasciando le mie considerazioni su detta polemica, vediamo come è possibile convertire i file CSV in .ov2 su GNU/Linux.
Continue reading